14ª Olimpiade dele Clanfe 2021 - Rassegna Stampa - STAMPA

Login

xe gratis e xe pratico !

 
olimpiade clanfe logo testo nero

RASSEGNA STAMPA

14ª Olimpiade dele Clanfe

olimpiade clanfe logo testo nero
 
stampa

La 14ª edizione dell'Olimpiade dele Clanfe di luglio 2021 sulla STAMPA...

...buona lettura...


Da il piccolo di Trieste di sabato 4 settembre 2021

2021 09 01 olimpiade clanfe 14 il piccolo

Alessandra Salvi e il piccolo Ryan premiati come vincitori del contest nel giorno dedicato al nuovo “trampolino-monumento” all’Ausonia

Mamma “Wonder Woman” e suo figlio “Deadpool” eroi delle Clanfe olimpiche nel regno dei tuffatori

Francesco Cardella

Lei goliarda nell’animo, convinta e pittoresca “emula” delle eroine dei fumetti. E lui un degno figlio d’arte.

Si chiamano Alessandra Salvi e Ryan Saksida, madre quarantacinquenne e figlio di quasi otto anni: sono i vincitori assoluti delle delle Olimpiadi delle Clanfe, la sorta di “carnevale” estivo a sfondo atletico-sportivo che da 14 anni gioca, tra colore e lazzi, sull’inestetismo e sullo spirito del tuffo tipico delle spiagge triestine. Alessandra Salvi e il figlio Ryan non hanno “solo” vinto la manifestazione curata dall’Associazione Spiz, ma si sono aggiudicati il titolo di Regina e Re, un traguardo storico esaltato dai crismi della parentela.

Ieri, all’Ausonia, è andata in scena la prima parte della cerimonia di premiazione di un’edizione svoltasi anche quest’anno in rete causa Covid, nobilitata tuttavia da un notevole numero di partecipanti, quasi una settantina.

Tra i filmati inviati dai tuffatori in lizza c’erano appunto i video riguardanti le prodezze di mamma Alessandra e del piccolo Ryan. «Sono effettivamente una goliarda e avrò già partecipato a sette edizioni delle Olimpiadi delle Clanfe », premette la Regina delle Clanfe 2021: «Mi piace anche travestirmi da eroina dei fumetti quando serve, e giocare anche così. A volte da Wonder Woman, oppure da Cat Woman». Insomma, una vera vocazione.

2021 09 01 olimpiade clanfe 14 il piccolo

Uno spirito che quest’anno mamma e figlio hanno messo in pratica registrando un video in Friuli, dalle parti di San Daniele nei pressi di un fiume, dando vita a delle gag strepitose, inevitabilmente intitolate “Clanfe in Furlania”. «Nessuna forma di campanilismo, sia chiaro», precisa ancora Alessandra Salvi: «Eravamo da quelle parti per festeggiare il mio compleanno e abbiamo voluto anche registrarci per le Olimpiadi. L’unico vero messaggio, forse, era la voglia di tornare sempre più liberi e di poterci esibire al più presto in presenza, come abbiamo sempre fatto in questi anni».

La Wonder Woman bionda di San Giusto e il piccolo Ryan (solito a sua volta a vestire i panni del personaggio Deadpool) sono stati dunque premiati ieri all’Ausonia con la consegna di una stampa firmata dall’artista triestina Paola Ramella.

La Regina e il baby Re della goliardia triestina in salsa marina ieri hanno vestito i panni degli ospiti d’onore all’interno di una altrettanto estemporanea cerimonia.

Si perché l’appuntamento allestito all’Ausonia, e organizzato in collaborazione con la Cooperativa Croce del Sud, era incentrato sul battesimo del “Monumento al tuffatore triestino” creato da Aldo Giannotti in collaborazione con Pablo Chiereghin, opera realizzata a coronamento di “Vettori”, il progetto di residenze Contrada / Artisti nei territori 2021, reso possibile dal ministero della Cultura e dal sostegno della Regione Fvg e dal Comune di Trieste.

L’arte contemporanea ha sposato così, alla fine, anche la goliardia delle Clanfe. Il monumento si traduce in un basamento proveniente dalle cave di Aurisina: un blocco marmoreo apparentemente avulso dal contesto ma ritenuto «concettuale» dagli autori.

Un’opera dunque non solo virtuale o meramente simbolica ma in grado di regalare, assicurano sempre i creatori, una «visualizzazione del divenire ». Quando su quel marmo ci sale qualcuno, quindi, ecco prendere vita riferimenti e celebrazioni, dinamiche e materia. Una autentica piattaforma sopra il mare, partecipativa ed evocativa. E aperta a tutti. Specie ai cultori delle Clanfe.—

 

copyright © 2021 il piccolo tutti i diritti riservati


 
flag button italia

L’Olimpiade dele Clanfe incorona Regina e Re 2021

Si conclude la quattordicesima edizione dell’Olimpiade dele Clanfe con una vittoria in famiglia: Regina e Re delle Clanfe 2021 sono infatti madre e figlio.

L’Olimpiade dele Clanfe, giunta alla quattordicesima edizione, torna puntuale a caratterizzare il mese di luglio dell’estate triestina.
Sono Alessandra Salvi e Ryan Saksida i vincitori dell’edizione 2021 dell’Olimpiade dele Clanfe, che si è svolta esclusivamente online, e così per la prima volta nella storia, le “clanfe d’oro” di Re e Regina finiscono in un’unica casa: Alessandra e Ryan sono infatti madre e figlio.
Se aggiungiamo il successo nella categoria Mati di papà Andrea Saksida, e in quella Muli di Loris Romano Saksida, la famiglia clanfa d’oro si può dire al completo.
Sessantacinque partecipanti totali, ancora una volta il formato “virtuale” si è dimostrato un’ottima scelta, visti i tempi bui per gli assembramenti e le manifestazioni dal vivo.
I video inviati dai concorrenti hanno mostrato una notevole fantasia nel saper sfruttare la possibilità di tuffarsi da location particolari o di realizzare veri e propri sketch quasi degni di una candidatura agli Oscar.
Resterà infatti negli annali la performance della Clapa WLF (W la F…elicità), una vera e propria serie televisiva, dedicata al vecchio videogioco Mortal Kombat, con addirittura un sito web dedicato. Dopo il canonico invito “Choose your clanfador”, si può infatti assistere alle performance dei componenti WLF, da sempre tra i gruppi spiritosi dell’Olimpiade. Tra loro c’è il kamikaze, la balena bianca, la taconeti, el taiaerba, la bomba americana, el vecio, el prof, e l’immancabile mona, per il quale il game over è inevitabile. Va a loro il Premio Speciale Morbin.
C’è poi chi ha portato all'estremo questa libertà, iscrivendo improbabili cavatappi o supereroi, il che ha costretto gli organizzatori a istituire per loro una nuova categoria denominata VIP ovvero Very Invented People.
Non sono mancati tuffi da cardiopalma.
Su tutti quello che è valso l’oro nella categoria UFO a Luca Benes che si è lanciato dai diciassette metri del ponte di Kanal in Slovenia.
Soltanto da qualche metro più in basso, Erika Ridolfi, vincitrice della categoria Mulone.
Da ben più in basso invece si è tuffato il vincitore della categoria Pici, il maiorchino Marc Pozo Manna, che porta la tradizione della clanfa fin nelle isole Baleari.
Oro nella categoria Mulete per Teresa Sofia Blaskovic.
Come detto Andrea Saksida primeggia tra i Mati e suo figlio Loris Romano tra i Muli.
Infine tra le Vece Bobe si riconferma campione l’inossidabile Guido Giadrossi.
La famigerata Clanfa de Legno va a Stefano Tornelli che dovrà portarne il peso per un anno intero.
Il premio Speciale dedicato all'indimenticabile Jure Polonio va ex-aequo ai padovani Marco Zorzi e Fabio Pizzinato.
Tutte le classifiche sono visibili sul sito https://www.spiz.it/.
Le premiazioni ufficiali per tutti i concorrenti vincitori si terranno dopo la conclusione della Rampigada Santa, l’altra manifestazione organizzata dall'Associazione di Promozione Sociale SPIZ.
Regina e Re dele Clanfe 2021, però, potranno godersi un assaggio dei festeggiamenti già venerdì 3 settembre alle 17 presso lo stabilimento balneare Ausonia durante l'evento organizzato dal Teatro Stabile La Contrada di Trieste per la presentazione e la posa del Monumento al Tuffatore Triestino, opera di Aldo Giannotti e Pablo Chiereghin, quando l’artista Paola Ramella consegnerà loro una sua opera.
 
clanfe olimpiche trasparente white WEB
clanfe olimpiche trasparente white WEB
clanfe olimpiche trasparente white WEB
clanfe olimpiche trasparente white WEB
clanfe olimpiche trasparente white WEB
 
flag button united kingdom

The Clanfe Olympics crowns Queen and King 2021

The fourteenth edition of the Clanfe Olympics ends with a family victory: Queen and King of Clanfe 2021 are in fact mother and son.

Alessandra Salvi and Ryan Saksida are the winners of the 2021 edition of the Clanfe Olympics, which took place exclusively online.
For the first time in history, the "golden clanfa" of King and Queen end up in a single house: Alessandra and Ryan are in fact mother and son.
If we add the success in the Mati category of dad Andrea Saksida, and in the Muli category of Loris Romano Saksida, the golden clanfa family can be said to be complete.
Sixty-five participants in total, once again the "virtual" format proved to be an excellent choice, given the dark times for gatherings and live events.
The videos sent by the competitors showed a remarkable imagination in how to exploit the opportunity to dive from particular locations or to create real sketches almost worthy of an Oscar nomination.
In fact, the performance of Clapa WLF (W la F… elicità), a real television series dedicated to the old Mortal Kombat video game, will go down in the annals, with even a dedicated website. After the canonical invitation "Choose your clanfador", you can in fact watch performances by WLF members, who have always been among the witty groups of the Olympics. Among them are the kamikaze, the white whale, the taconeti, the taiaerba, the American bomb, el vecio, el prof, and the ever-present mona, for whom game over is inevitable. The Morbin Special Prize goes to them.
Then there are those who have taken this freedom to the extreme, by registering unlikely corkscrews or superheroes, which forced the organizers to establish a new category for them, called VIP or Very Invented People.
There was no shortage of heart-pounding dives. Above all, the one that was worth the gold in the UFO category to Luca Benes, who jumped from the seventeen-meters of the Kanal bridge in Slovenia.
Only a few meters further down was Erika Ridolfi, winner of the Mulone category.
From far below, instead, comes the winner of the Pici category, the Majorcan Marc Pozo Manna, who brings the tradition of the clanfa to the Balearic Islands.
Gold in the Mulete category goes to Teresa Sofia Blaskovic.
As mentioned, Andrea Saksida excels among the Mati and his son Loris Romano among the Muli.
Finally, among the Vece Bobe the stainless Guido Giadrossi is reconfirmed champion.
The infamous Clanfa de Legno goes to Stefano Tornelli, who will have to bear the burden for a whole year.
The Special Prize dedicated to the unforgettable Jure Polonio goes ex-aequo to Marco Zorzi and Fabio Pizzinato from Padua.
All rankings are visible on the website https://www.spiz.it/.
The official prize-giving ceremony for all winning competitors will be held after the conclusion of the Rampigada Santa, the other event organized by the SPIZ Social Promotion Association.
Queen and King of Clanfe 2021, however, will be able to enjoy a foretaste of the celebrations as early as Friday 3rd September at 5 pm at the Ausonia bathing establishment during the event organized by the Teatro Stabile La Contrada of Trieste for the presentation and installation of the Monument for Triestine Diver, work by Aldo Giannotti and Pablo Chiereghin, when the artist Paola Ramella will present them with one of her works.

Da il piccolo di Trieste di sabato 7 agosto 2021

2021 08 07 olimpiade clanfe 14 il piccolo

TEMPO LIBERO

Le Olimpiadi delle Clanfe
si prendono tutto agosto
E c’è pure la piccola Alice

Francesco Cardella

Olimpiadi delle Clanfe: ancora un mese per inventare ed entrare in lizza. Gli organizzatori dell'agone sportivo più paradossale hanno deciso di posticipare il termine per le adesioni in rete, estendendo le iscrizioni sino alla fine del mese di agosto.

La formula permane intatta e consente così di “sfruttare” le ferie estive per registrare un tuffo secondo i canoni richiesti, giocando inoltre su sfondi e contesti particolari. E' quanto inventato dalla piccola Alice, concorrente di soli tre anni e al momento la più giovane iscritta all'edizione 2021, la quale si è esibita in una “clanfa” in pieno mare dal Sup e a pochi metri dallo yacht di Francesco Totti, in compagnia per altro di altri ex celebri calciatori.

Quest'anno, in seguito al perdurare delle norme anti Covid, si gareggia ancora virtualmente. Il regolamento consente quindi di registrare un breve video di un tuffo in mare, in un lago o in una piscina, insomma, deve essere effettuato rigorosamente in acqua. L'elaborato va poi inviato alla pagina facebook delle Olimpiadi delle Clanfe, bisogna iscriversi sul portale www.spiz.it e farsi votare. Originalità, una buona dose di spirito ed una sgraziata eleganza nell'impatto in acqua sono le cifre più richieste per la contesa tipicamente triestina. Le categorie sono le classiche. Si va dai Pici (sino agli 11 anni) Muleti (12/15) Muli e Mule (16/25) Muloni (26/40) Mati e Babe (41/50) e poi le Vece Bobe e le Vece Marantinghe. Esiste e resiste anche la categoria Ufo, riservata ai tuffi particolarmente complessi da codificare.

Non mancano i premi, non virtuali ma targati casa editrice “White Cocal Press”.(Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.). —

 

copyright © 2021 il piccolo tutti i diritti riservati


Da il piccolo di Trieste di mercoledì 14 luglio 2021

2021 07 14 olimpiade clanfe 14 il piccolo

TEMPO LIBERO

Le "Olimpiadi delle Clanfe" tornano in acqua in forma online

Iscrizioni fino al 31 luglio su www . spitz . it (evviva i titolisti attenti che sbagliano il nostro sito che è www.spiz.it)
La proclamamzione dei vincitori l'1 agosto

Francesco Cardella

Contesti naturali ma passerella ancora virtuale. Le Olimpiadi delle Clanfe cercano di mantenere il passo e di adattarsi alla coda delle normative sanitarie legate al Covid, tema che porterà a una nuova rivisitazione. In pratica, la 14ª edizione non andrà in scena in presenza ma vivrà in rete per il secondo anno di fila. La novità è che le esibizioni da parte dei partecipanti possono essere registrate questa volta rigorosamente in ambiente acquatico., non più quindi in salotto o sul letto di casa, ma fruendo dei teatri di spiagge, piscine, fiumi, laghi e dintorni. Le adesioni sono già aperte, continueranno sino al 31 luglio e porteranno alla nomina dei vincitori già nella giornata del 1° agosto. La prassi prevede quindi la realizzazione di un breve video, l'iscrizione sul portale www.spiz.it e l'invio dell'elaborato alla pagina facebook "Olimpiadi delle Clanfe" (in realtà è Olimpiade dele Clanfe n.d.w.). A questo punto entrerà in ballo la giuria popolare, che si esprimerà attraverso i voti in rete. Il resto del copione permane invariato.

Le Olimpiadi delle Clanfe mantegngono infatti la missione originaria, quella di saper interpretare in modo efficace lo stile del tuffo più "scomposto", dove la poca eleganza sortisce spesso l'impatto vincente e più fragoroso con l'acqua.

Invariate anche le categorie "agonistiche": "Pici" sino agli 11 anni, "Muleti" dai 12 ai 15, "Muli" dai 156 ai 25, i "Muloni" dai 25 ai 40, e poi i "Mati e le Babe", in lizza dai 41 ai 50. Esiste e resiste anche la categoria dei veterani, quella targata "Vece Bobe" e "Vece Marantighe" che parla di soggetti che hanno superato la soglia dei 50 anni. «Stiamo già ricevendo filmati di clanfe da tutto il mondo - ha sottolineato Diego Manna, una delle anime della manifestazione - e da persone che non avrebbero potuto partecipare in presenza. Poter tagliare e montare l'elaborato permette ai partecipanti tra l'altro di sbizzarrirsi ancor di più con fantasia ed effetti speciali e questo potrtebbe anche portare a qualche "imbroglio" ma di fatto ricordiamoci che la manifestazione è goliardica e che in fondo anche la corruzione della giuria era da tempo prevista nello scolgimento».

Nell'edizione 2020, la prima in assoluto online, i partecipanti sono stati ben 56, da Maiorca a Pola, da Padova all'Olanda.

C’è chi ha scelto di tuffarsi nella propria piscina gonfiabile e chi invece ha preferito l’ebbrezza dei 15 metri di roccia. Fuori concorso una vera e propria clanfa da Guinness, realizzata alla piscina Bianchi dagli atleti della Sezione Tuffi dell’U.S. Triestina Nuoto.

I premi non mancano e sono messi a disposizione dalla casa editrice White Cocal Press. Nel mese di agosto si pensa intanto anche ad una sorta di "coda". Tutto è ancora allo studio ma le prime fonti indicano un progetto congiunto tra la Contrada e l'Associazione Spiz per la realizzazione di un monumento alle Olimpiadi delle Clanfe (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.).—

 

copyright © 2021 il piccolo tutti i diritti riservati


 

flag button italiaTorna l’Olimpiade dele Clanfe, ancora in versione online

Per tutto luglio i partecipanti potranno inviare il video del proprio tuffo, che sarà sottoposto al giudizio popolare su facebook.

L’Olimpiade dele Clanfe, giunta alla quattordicesima edizione, torna puntuale a caratterizzare il mese di luglio dell’estate triestina.
Anche quest’anno, a causa delle misure anti-Covid, la manifestazione si terrà online.
Questa la “ricetta” per partecipare, da tutto il mondo:
1. Filmarsi mentre si esegue un tuffo rigorosamente in acqua, che sia di mare, fiume, lago o piscina.
2. Iscriversi su www.spiz.it
4. Farsi votare da più persone possibile.
Nell’edizione 2020, la prima in assoluto online, i partecipanti sono stati ben 56, da Maiorca a Pola, da Padova all’Olanda.
C’è chi ha scelto di tuffarsi nella propria piscina gonfiabile, magari accompagnato anche da un cavatappi regolarmente iscritto, e chi invece ha preferito l’ebbrezza dei 15 metri di roccia, sullo stile delle gare estreme organizzate dalla nota bevanda energetica austriaca.
Quasi tutti hanno scritto una vera e propria minisceneggiatura, e qualcuno ha portato il tutto all’estremo realizzando una vera e propria serie televisiva, tipo La Casa dei Pampel, evidentemente ispirata alla famosa serie tv spagnola.
Fuori concorso una vera e propria clanfa da Guinness, realizzata alla piscina Bianchi dagli atleti della Sezione Tuffi dell’U.S. Triestina Nuoto: ben quaranta tuffatori in contemporanea, chi con una clanfa, chi con una bomba americana e chi con un kamikaze.
L’obiettivo del 2021 è dunque quello di battere in “morbin” l’edizione precedente, in attesa di ritornare finalmente a godersi in presenza lo spettacolo della giornata più pazza dell’estate triestina.
E non è detta l’ultima parola che ciò non possa già accadere in agosto di quest’anno, magari in forma ridotta.
L’Olimpiade, nata quasi per caso nel 2008, ha subito riscosso un enorme successo, tanto da crescere in modo esponenziale sia nel consenso popolare, sia nel numero degli iscritti.
L'Olimpiade abbraccia un ampio ventaglio generazionale, con partecipanti che vanno dai 4 agli 82 anni.
«Se vogliamo è proprio questo il segreto della manifestazione dietro alla quale c’è un grande impegno e una notevole mole di lavoro da parte di tutti i soci. - spiega Mauro Vascotto, patron dell’evento - Mettere cioè insieme diverse generazioni e intere famiglie: spesso si tuffano fianco a fianco padri e figli, ma anche nonni e nipoti. La filosofia deve essere quella di cementare i rapporti familiari ma anche di amicizia, nello spirito della competizione, ma soprattutto del tipico morbin triestino».
Si partecipa divisi in categorie in base all'età: ci sono così i pici, sino agli 11 anni, i muleti, dai 12 ai 15, i muli (16-25), i muloni (26-40), i mati e babe (41-50) e infine le vece bobe e le vece marantighe (over 50).
I premi? Ovviamente tipicamente triestini! Grazie alle pubblicazioni messe a disposizione dalla casa editrice White Cocal Press.
 
clanfe olimpiche trasparente white WEB
clanfe olimpiche trasparente white WEB
clanfe olimpiche trasparente white WEB
clanfe olimpiche trasparente white WEB
clanfe olimpiche trasparente white WEB
 

flag button united kingdomThe Olympiad of the Clanfe is back, still in an online version

Throughout July, participants will be able to send the video of their dive, which will be submitted to popular opinion on facebook.

The Olympiad of the Clanfe, now in its fourteenth edition, returns punctually to characterize the month of July in the Trieste summer.
Also this year, due to anti-Covid measures, the event will be held online.
This is the "recipe" to participate, from all over the world:
1. Filming yourself doing a dive strictly in water, whether it is sea, river, lake or swimming pool.
2. Register on www.spiz.it
3. Send the video to the facebook page "olimpiade dele clanfe"
4. Have as many people voting as possible.
In the 2020 edition, the first ever online, there were 56 participants, from Mallorca to Pula, from Padua to Holland.
There are those who have chosen to dive into their own inflatable pool, perhaps also accompanied by a regularly registered corkscrew, and those who have preferred the thrill of 15 meters of rock, in the style of extreme competitions organized by the well-known Austrian energy drink.
Almost everyone has written a real mini-screenplay, and someone has taken it to the extreme by creating a real television series, such as La Casa dei Pampel, evidently inspired by the famous Spanish TV series.
Out of competition a real Guinness clanfa, built at the Bianchi pool by the athletes of the Diving Section of the U.S. Triestina Swimming: forty divers simultaneously, some with a clanfa, some with an American bomb and some with a kamikaze.
The goal of 2021 is therefore to beat in "morbin" the previous edition, waiting to finally return to enjoy the spectacle of the craziest day of the Trieste summer in presence.
And the last word is not said yet: this could even happen already in August of this year, perhaps in a reduced form.
The Olympics, born almost by chance in 2008, immediately met with enormous success, so much that it grew exponentially both in popular consensus and in the number of participants.
The Olympics embraces a wide generational range, with participants ranging from 4 to 82 years old.
«This is the real secret of the event, behind which there is a great commitment and a considerable amount of work by all SPIZ members. - explains Mauro Vascotto, patron of the event - Putting together several generations and entire families: often fathers and children, but also grandparents and grandchildren, dive side by side. The philosophy must be to strengthen family relationships but also friendships, in the spirit of competition, but above all of the typical Trieste morbin».
Participants are divided into categories based on age: there are pici, up to 11 years old, muletes, from 12 to 15, mules (16-25), muloni (26-40), mati and babe (41-50) and finally the vece bobe and the vece marantighe (over 50).
Those who perform particularly complex dives end up in the UFO category.
The prizes? Obviously typical from Trieste! Thanks to the publications made available by the White Cocal Press publishing house.

Contatti - Contacts

spiz logo spiz.it trasparente

spiz associazione di promozione sociale

via giacomo matteotti 20/a

34138 – trieste (italia)

codice fiscale 90123670326

iscrizione n.572 al registro regionale del friuli venezia giulia delle associazioni di promozione sociale (decreto n.8/cult dell'8 gennaio 2016)

 www.spiz.it

 Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 PEC Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 +39 339 378 1703

  

app  livetriesteitrieste

Sostieni SPIZ

SPIZ è una Associazione di Promozione Sociale (A.P.S.) riconosciuta a livello istituzionale (iscrizione n.572 al Registro Regionale del Friuli Venezia Giulia delle Associazioni di Promozione Sociale con Decreto n.8/CULT dell'8 gennaio 2016).

SPIZ A.P.S. è costituita al fine di svolgere attività di utilità sociale a favore di associati o terzi, promuovendo e/o sostenendo progetti e attività qualificate, con finalità formative, educative, culturali e di ricerca.

SPIZ A.P.S. opera su base volontaria e senza finalità di lucro.

Ne consegue che per sviluppare le proprie attività ha bisogno dell'aiuto di tutti. Anche del Vostro.

Chiunque desiderasse sostenerci può farlo in qualsiasi momento scegliendo il metodo di sostegno preferito.

 
 
 
Donazione Libera tramite PayPal
 

Idea Park Hotel Obelisco

 
 

253 CITTADINI

HANNO GIÀ SUGGERITO COSA FARE

 

A TE COSA PIACEREBBE FARE?

signature white